Scopri i semplici rimedi della natura che ti aiutano a vivere meglio: benessere quotidiano passo dopo passo

Di colore giallo intenso, l’arnica è una pianta medicinale tipica della montagna: nasce sui prati dei rilievi montuosi e il suo aspetto è simile a una margherita, ma i petali ricordano il colore del sole, caldo e brillante. Impara come usarla per la tua salute. CURIOSITÀ – Sai che questo fiore è noto anche come tabacco di montagna? In Francia l’arnica veniva chiamata Tabac des Vosges e utilizzata come tabacco da fiuto dagli abitanti delle montagne. USI ANTICHI – La conoscenza dell’arnica è secolare, tanto che anticamente questa pianta veniva utilizzata per trattare il mal di gola e scacciare la febbre. Secoli fa, la medicina popolare, oltre a radici e fiori, utilizzava il rizoma, oggi presente anche in ambito fitoterapico. Il periodo balsamico ottimale per la raccolta è in luglio e settembre. OLIO ESSENZIALE – Nell’olio essenziale di arnica sono presenti acido oleico, laurico e palmitico, oltre a flavonoidi, timolo, carotenoidi, acidi fenolici. Delle sue proprietà antiecchimotiche parla già la famosa monaca benedettina Ildegarda, fondatrice del monastero di Bingen am Rhein intorno all’anno Mille, che nell’opera ‘De arboris’ cita l’arnica come rimedio contro ecchimosi e contusioni. FERITE E CONTUSIONI – L’arnica combatte il dolore, aiuta la guarigione e favorisce il riassorbimento dei lividi, migliorando la circolazione. Grazie all’azione astringente è utilizzata anche nel trattamento delle emorroidi e dopo le punture di api o vespe, tuttavia è bene evitare l’utilizzo su ferite aperte. MAL DI GOLA – Grazie all’efficacia antinfiammatoria e antibatterica, la tintura madre di arnica aiuta a disinfettare e ridurre l’infiammazione in caso di mal di gola, ulcere aftose, gengiviti, dolori oro-dentali. La pianta può essere assunta anche come infuso: oltre a rafforzare il sistema immunitario, combatte le infezioni.. PER LA CERVICALE – Anche l’olio o oleolito di arnica, da non confondere con l’olio essenziale, ha proprietà antiinfiammatorie, analgesiche, antinevralgiche e antimicrobiche. Puoi effettuare un massaggio con quest’olio per lenire le infiammazioni e i dolori cervicali. È inoltre in grado di aiutare la cura dei traumi a livello di sistema circolatorio, muscolare e osteoarticolare. COME SI PREPARA – Per preparare un oleolito con l’arnica è necessario raccogliere i fiori durante il periodo balsamico. Inserisci i rametti a testa in giù in un barattolo, poi ricoprili con una generosa dose di olio naturale, meglio se acquistato in erboristerie o negozi artigianali, senza parabeni o petrolati. Conserva per un mese in un luogo buio, infine filtra. In alternativa, il prodotto si può comprare in erboristeria.